Stampa
Visite: 1046

Attenzione1

 

Nel mese di ottobre, su richiesta del Garante nazionale della privacy, la Guardia di finanza ha aumentato i controlli e imposto una stretta ai medici di famiglia e ai pediatri, a cui viene richiesta sempre maggiore attenzione nella gestione dei dati sensibili sui propri assistiti.

Sono previste multe anche molto salate, fino a 50mila euro, per chi non rispetta le regole.

 

I medici di famiglia pertanto sono costretti, pur nella consapevolezza delle difficoltà inevitabilemente provacate agli assistiti, a adeguarsi alla normativa: le ricette compilate potranno essere ritirate solo nelle mani del medico in persona o della sua segretaria.

 

In questo sito è previsto un modulo di richiesta ricette che consente un adeguato rispetto della privacy, per cui consiglio a tutti i miei assistiti di usare il sito per fare le richieste di ricette, mentre per il ritiro delle ricette non ci sono al momento alternative se non il passaggio in studio durante i miei orari di ambulatorio.